Informazioni>Pubblicazioni> Sensori ad anello

Sensori induttivi ad anello

Proxitron è una delle poche aziende a offrire sensori ad anello con una apertura del foro di passaggio fino a 270 mm. Il più piccolo sensore ad anello della serie ha un foro di passaggio di 10 mm.

I sensori ad anello Proxitron rilevano il passaggio di oggetti in metallo all’interno del foro. E’ possibile controllare con sicurezza il passaggio soprattutto di particolari molto piccoli, come ad esempio aghi e viti. I sensori ad anello forniscono in uscita segnali che possono essere utilizzati per il controllo, la regolazione, segnalazione o elaborazione dei più svariati processi.

I sensori ad anello trovano impiego in molti settori industriali. Nell’industria automobilistica sono utili ad esempio nelle giunzioni per punzonatura; nella produzione dei pallet invece - montati sulle chiodatrici - controllano il passaggio dei chiodi. Poiché l’uscita del sensore rimane commutata finché è presente un oggetto metallico all’interno della sua apertura, oggetti con elevata velocità di passaggio potrebbero generare impulsi troppo brevi per essere rilevati; per queste situazioni i sensori ad anello Proxitron sono dotati dell’opzione prolungamento d’impulso, per garantire sempre un corretto funzionamento.

Combinati con la versione a frequenza sfasata, i sensori possono essere installati anche accostati. Alla serie IKVS appartengono invece modelli piccoli e schermati, per un montaggio accostato in spazi ridottissimi. Proxitron offre inoltre diverse varianti di sensori ad anello, con uscita n.a. o n.c., attacco a cavo o a connettore, esecuzioni su specifica del cliente, o con uscita analogica.

Ai sensori ad anello >>

 

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter