I nostri sensori> Sensori capacitivi

Riconoscere gli oggetti è facile

Quando si tratta di rilevare materiali non metallici, ci vogliono strumenti particolarmente dotati: gli interruttori di prossimità capacitivi. L’avvicinamento di materiale conduttivo provoca una variazione nel campo elettrico del sensore; questo permette di rilevare oggetti presenti nella sua area di lavoro. Si possono rilevare con sicurezza i materiali più disparati, quali legno, farina, granulati plastici, caffè, sabbia; oppure sostanze liquide come olio, acqua e latte. La capacità di rilevamento del sensore capacitivo aumenta in proporzione alle proprietà elettroconduttive del materiale.

 

Un pregio particolare dei sensori capacitivi consiste nella possibilità di rilevare queste sostanze anche attraverso altri materiali non metallici; è possibile ad esempio controllare il livello di riempimento di liquidi o granulati all’interno di contenitori in vetro o plastica, senza che il sensore debba entrare in contatto con il materiale da rilevare. L’offerta Proxitron di sensori capacitivi per diversi settori applicativi nella ricerca e nell’industria è ampia, e include anche versioni con distanze di lavoro elevate o per ambienti con temperature superiori alla norma. Abbiamo inoltre esecuzioni speciali per un controllo analogico del riempimento, con taratura in auto-apprendimento che permette un veloce adattamento alle diverse condizioni d’impiego.

Custodie in diversi materiali, possibilità di collegamento e di alimentazione in diverse varianti, completano la gamma.

 

Iscriviti alla nostra newsletter