Applicazioni> Chiodatrici

In molte attività di logistica è oggi impensabile fare a meno dei pallet in legno: Sono utilizzati nei più svariati settori e disponibili in diverse forme ed esecuzioni. Il più comune è l'EURO-pallet, costruito secondo le norme EPAL (European Pallet Association), e in grado di garantire una fracile movimentazione del materiale. Nella produzione dei pallet vengono utilizzate anche chiodatrici automatiche. Per unire le singole parti in legno, i chiodi vengono spinti ad aria compressa attraverso un tubo flessibile. Su alcune macchine si arriva a sparare  fino a 34 chiodi simultaneamente; è quindi necessario in questi casi assicurarsi che tutti i chiodi vadano ad unire correttamente le parti. La mancanza di un chiodo può portare nella fase successiva della produzione a deformazioni o rotture del pallet, con conseguenze importanti nei processi di movimentazione automatizzata (ad esempio nei magazzini verticali): dall'accumulo e/o inceppamento del materiale fino alla perdita completa della merce trasportata.

Molti costruttori del settore prediligono i sensori ad anello Proxitron, per la loro capacità di rilevare con sicurezza il passaggio dei chiodi sparati velocemente all'interno dei tubi flessibili e perchè - essendo regolabili - possono essere utilizzati per chiodi di diverse grandezze. Il rilevamento del chiodo avviene all'interno del tubo primo di arrivare alla sparachiodi; è così possibile contare con esattezza il numero di collegamenti eseguiti su ogni singolo pallet. In caso di discordanza, il pallet può essere isolato, controllato manualmente, ed eventualmente rilavorato. In quest'applicazione il sensore ad anello Proxitron è dotato di una funzione particolarmente utile per le chiodatrici: un LED di controllo attivabile dall'esterno attraverso il PLC, che segnala qual'è il tubo nel quale il chiodo non è giunto alla sparchiodi.E' così possibile rimuovere tempestivamene la causa (ad es. un inceppamento di chiodi nella macchina) e conoscere il punto esatto del pallet nel quale è necessario intervenire per chiodatura insufficiente.

In breve

  • Prolungamento d'impulso opzionale
  • Accostabili
  • Impilabili
  • Custodia in plastica di qualità
  • Rilevamento di aghi, viti, etc.
  • Conteggio
  • Facile installazione

Dat tecnici

  • Oggetto minimo rilevabile: sfera acciaio Ø 4 mm
  • Velocità max dell'oggetto: 60 m/s
  • Uscita: PNP n.a.
  • Alimentazione: 10 - 30 V DC
  • Materiale custodia: plastica
  • Temperatura ambiente: -25 ... 70 °C
  • Led di controllo: si

Opzioni

  • Uscita NPN
  • Contatto n.c.
  • Varietà di connettori e cavi
  • Soluzioni personalizzate
  • Uscita analogica

*) Ringraziamo la Soc. Weck Industrieverpackungen & Sägewerk, Inh. Johannes Kirchner e.K per la cortese autorizzazione a pubblicare la foto. Altre informazioni sulla Soc. Weck all'indirizzo www.weck-holz.de

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter